Scegli la tua Lingua  - Choose your language  -  elije tu idioma  -  choisissez votre langue  -  Wähle deine Sprache  -  

 Audio

Sala 1: Nella prima sala è rievocata la storia dell’antico popolo ebraico. Superato l’ingresso, nella vetrina di destra viene ricordata una vicenda storica importantissima e drammatica, la distruzione e il saccheggio da parte dei romani del Tempio di Gerusalemme nel 70 era volgare, episodio che viene anche raffigurato in una scena scolpita sul bassorilievo del famoso arco dell’imperatore Tito a Roma. Anche gli altri oggetti esposti sono esempi dell’iconografia ebraica a Roma. Nella vetrina di sinistra rispetto all’ingresso, è raffigurata una pianta dell’antico castrum della città di Fondi, dove è evidenziata la posizione del quartiere ebraico, proprio in prossimità dell’antica cinta muraria. In basso è stato riprodotto un importantissimo documento storico, si tratta della riproduzione di un’iscrizione epigrafica ritrovata proprio a Fondi e poi andata perduta. Fortunatamente l’iscrizione venne pubblicata nel XIX secolo ed è quindi possibile conoscere il testo, anche se frammentario. L’epigrafe, in lingua latina, è decorata con la menorah, il candelabro a sette bracci, presenta l’invocazione shalom, che significa «pace», in caratteri ebraici. Viene datata dagli studiosi intorno al V-VI era volgare.

La sala presenta una serie di pannelli che ripercorrono la cronologia, la storia del popolo ebraico e le testimonianze della loro presenza nel centro-sud della penisola italiana.   

Copyright Magnotes® - Mano Alegra di Sabrina Pini - Piazza Europa, 11 Sperlonga (LT) 04029 Italia - P.iva 02848250599
Seety+ Magnotes