Scegli la tua Lingua  - Choose your language  -  elije tu idioma  -  choisissez votre langue  -  Wähle deine Sprache  -  

AUDIO

Sala 3: Entrando nella terza sala si è accolti dalla suggestiva atmosfera creata dalla riproduzione di un ambiente di una sinagoga medievale. Le indicazioni per questa rievocazione sono state recuperate da un importante studioso e rabbino, Leon Modena, vissuto tra la fine del 1500 e la metà del 1600. Lo studioso nella sua opera intitolata Historia Dè Riti Hebraici racconta degli usi e costumi degli ebrei veneziani del tempo, fornendo anche indicazioni sugli ambienti di culto. Nella stanza si può osservare l’aron, l’armadio sacro che custodisce la Torah, i primi cinque libri biblici. L’armadio viene coperto dalla tenda ornamentale chiamata parokhet.

Nella vetrina sono esposti alcuni oggetti legati al culto e alla preghiera, come il meil il manto con cui si riveste la Torah, i rimonin posti sulle estremità delle aste della Torah. Un altro elemento presente è lo yad, il puntatore usato per seguire la lettura del testo sacro senza toccare il rotolo. Nella sala, inoltre, si nota uno spazio delimitato tramite un separé in legno intagliato; questo ambiente ospita le donne all’interno della sinagoga.

Grazie alle formelle di ceramica dipinte poste lungo le scale che portano al secondo piano, potrete scoprire il racconto di un episodio fantastico narrato nel terzo libro dei Dialoghi di Papa Gregorio Magno vissuto nel VI secolo. La vicenda è ambientata proprio nella città di Fondi e tra i protagonisti compare un viandante ebreo.   

Copyright Magnotes® - Mano Alegra di Sabrina Pini - Piazza Europa, 11 Sperlonga (LT) 04029 Italia - P.iva 02848250599
Seety+ Magnotes